Ricette illustrate – Gli gnocchi

Nasce all’interno delle ricette un nuova categoria, le ricette illustrate. Un modo diverso, una prospettiva alternativa alla fotografia. Linee, tratti e colori frutto della fantasia di Simone Antonello, amico e illustratore, danno nuova vita ad una ricetta, un piatto semplice e gustoso.

Chi non conosce gli gnocchi? Questo formato di pasta, nato nel rinascimento e diffuso in tutta Europa, ha diverse varianti loco regionali. La ricetta originaria pare fosse fatta con pane, latte e mandorle. Oggi la variante più conosciuta è sicuramente quella con le patate nata sul finire del XIX secolo. Una ricetta semplice, ma ricca di storia. In molte regioni permangono le impronte di questa storia, le varianti della ricetta sono moltissime, basti pensare ai gnocchi di semola (alla romana), quelli alla parigina o ai canederli. Qua vi proponiamo la ricetta classica, quella con le patate (rigorosamente vecchie e a pasta farinosa) insegnatami da mia nonna e illustrata da Simone Antonello!

Ingredienti per 4/5 persone:
1kg di patate vecchie e farinose
300 gr di farina
1 uovo
1 pizzico di noce moscata
sale qb

gnam_gnocchi2 copia

Passaggi:

  • lessare le patate, senza sbucciarle, per circa 30′ in acqua salata (provare la cottura con la forchetta)
  • sbucciare le patate ancora calde e schiacciarle con lo schiacciapatate
  • disporre le patate schiacciate su una spianatoia, creare un solco al centro e rompere l’uovo all’interno, aggiungere la noce moscata, il sale e la farina
  • amalgamare gli ingredienti impastando il tutto per pochi minuti
  • creare dei grissini con l’impasto e tagliarli a tocchetti
  • strisciare i gnocchi sui denti della forchetta per ottenere le righe e disporli distanziati su teglie infarinate
  • lessare gli gnocchi in abbondante acqua bollente per 2 min (fino a quando vengono a galla), scolarli con una schiumarola e condirli a piacere.

gnam_gnocchi4 copia

1 Response
  • Chezuppa
    febbraio 10, 2014

    Ciao, ci siamo visti ieri a identità golose 🙂 Sono passato a lasciare un saluto e mi sono soffermato su questa ricetta illustrata, molto bella!!!!

    Ciao
    Alessandro

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.